Cos’è la Cirrosi epatica?

La Cirrosi Epatica è una malattia cronica del fegato, le cui cellule prima presentano fenomeni degenerativi, poivengono rimpiazzate da tessuto fibroso. La cirrosi è spesso conseguenza dell’alcoolismo, ma si verifica spesso anche in individui non dediti al bere. Non se ne conosce l’origine esatta, benchè la cattiva nutrizione e certe malattie, per esempio la malaria e l’epatite, possano esserne considerate fattori favorenti.

La cirrosi colpisce soprattutto gli uomini fra i 40 e i 60 anni. I sintomi possono tardare a comparire e in molti casi non compaiono affatto, finchè rimangono cellule epatiche sane in misura sufficiente a espletare le varie funzioni vitali.

Di solito, la circolazione del sangue attraverso il fegato diminuisce, l’organo si ingrossa e, a mano a mano che le condizioni peggiorano, si accumula del liquido nell’addome,causandone il rigonfiamento. Il paziente soffre di cattiva digestione, nausea e vomito, perde l’appetito e dimagrisce; le gambe si gonfiano e la pelle assume il colorito giallognolo dell’ittero. Alla fine, il fegato, con l’accumulo di tessuto fibroso, si restringe e si deforma.

La cirrosi provoca varie complicazioni, fra cui forti perdite di sangue da vene varicose del retto e dell’esofago e da ulcere peptiche formatesi in concomitanza; spesso si ha anche un’evidente dilatazione delle vene superficiali attorno all’ombelico. Dalla cirrosi può anche conseguire un coma epatico, durante il quale il paziente perde conoscenza ripetutamente. Può essere consigliabile per questi malati particolarmente gravi, come anche per individui affetti da cancro localizzato al fegato, un’operazione di trapianto dell’organo, sempre che le condizioni generali lo permettono. Per accertare la diagnosi di cirrosi si ricorre a esami di laboratorio e all’esame al microscopio di un campione di tessuto epatico. Il paziente è sottoposto a una dieta povera di sale e riceve supplementi di vitamine;la dieta comprende anche una forte quantità di proteine. Assolutamente proibite le bevande alcoliche.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *