La dieta che cos e a che cosa serve

federpsi.it
federpsi.it
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

La dieta dimagrante deve essere necessariamente ipocalorica.

La parola ipocalorico indica ciò che ha poche calorie e deriva dal greco antico hypo (ὑπο) che significa sotto; è chiaramente il contrario di ipercalorico. Per dimagrire bisogna è necessario che il corpo abbia un apporto calorico di cibo inferiore alle calorie che si bruciano con l’attività fisica.
Mediamente una donna consuma tra le 1500 e le 1700 kcal al giorno, un uomo intorno alle 2000 kcal, sempre che facciano vita abbastanza sedentaria. Chi fa un’attività lavorativa intensa oppure molto sport consuma più calorie. La maggior parte delle persone non riesce a perdere peso perché bene o male ingerisce la stessa quantità di calorie di quante ne consuma.

Bisogna poi tenere conto che alcuni cibi sono davvero ipercalorici e quindi anche se si mangiano delle porzioni piccole, si rischia di ingerire una quantità incredibile di calorie.
Basti pensare che 100 grammi di pane comune hanno 269 kcal. Quante volte capita di mangiare il pane oltre a tutti gli altri ingredienti del pranzo? Se oltre al pane si mangia una porzione di pollo allo spiedo (346 kcal) accompagnato da patate al forno (262 kcal per una porzione), un bicchiere di vino rosso (98 kcal) si arriva già ad un totale di 975 kcal. E questo sarebbe un solo pasto! Si fa presto a calcolare che includendo la prima colazione e la cena il numero di calorie è già ampiamente superato.
Certo non bisogna diventare ossessionati dal calcolo delle calorie ma avere una tabella delle calorie sottomano aiuta a capire quali sono gli alimenti più calorici e quelli meno calorici.
A meno che non si abbia una dieta ipocalorica dettagliata prescritta da un medico, si può facilmente imparare ad abbinare gli alimenti in modo da non esagerare con le calorie.

Tornando all’esempio del pasto di prima, basta rinunciare alla fetta di pane e ridurre la porzione sia del pollo, sia delle patate per poter avere comunque un pasto gustoso ma un po’ meno calorico.
Si capisce ora perché tutti insistono dicendo che, oltre ad una dieta ipocalorica, sia così importante fare sport per riuscire a dimagrire!

La dieta mediterranea è considerata al giorno d’oggi una delle diete più complete.

Al di là del fatto che sia diventata un po’ una moda al nord Europa negli USA, più che una dieta dimagrante, quella mediterranea ha il grande pregio di essere genuina e salutare. Con una accurata selezione degli alimenti e le giuste calorie può essere una dieta dimagrante molto gradevole.

Il motivo per cui la dieta mediterranea è diventata famosa nel mondo è dato soprattutto dall’uso di alimenti poco grassi o con grassi insaturi (che non alzano il livello del colesterolo LDL, il colesterolo “cattivo”). In paesi che fanno largo uso di grassi saturi di origine animale questo tipo di dieta ha avuto molto successo quando è iniziata la grande battaglia contro il colesterolo alto.
Bisogna comunque fare attenzione ai facili entusiasmi e alle generalizzazioni. Perché una dieta sia dimagrante bisogna che sia nutriente ma con un basso apporto di calorie.

Prendiamo ad esempio l’olio d’oliva, tanto decantato dagli stranieri come grande toccasana: è vero che è sano (a patto che sia extra vergine e che sia crudo), ma attenzione alle calorie: 100 grammi di olio d’oliva contengono 899 kcal! Quindi se si fa un pranzo a base di pesce, verdure lesse ed insalata, attenzione alla quantità di olio con cui si condisce tutto ciò.
In ogni caso noi popoli del Mediterraneo non abbiamo molti problemi a seguire con facilità la dieta mediterranea, per noi è semplicemente la nostra dieta abituale: ricca di verdure di stagione, prodotti genuini, formaggi, uova, pesce, pane, pasta riso.

Perché la dieta mediterranea sia dimagrante basta

quindi fare attenzione alle porzioni e anche alla modalità di cottura. Chi deve dimagrire dovrà rinunciare per qualche tempo alla pasta alla norma e alle melanzane alla parmigiana che prevedono le melanzane fritte… Con un po’ di ingegno si riesce però a fare la versione light di ogni piatto, se la pasta viene condita con melanzane grigliate, il numero di calorie è già di molto inferiore.

Il termine dieta deriva da greco “diaita” (δίαιτα) e significa genere di vita, modo di vivere.
Al giorno d’oggi quando diciamo dieta, pensiamo subito “dimagrante”, ma una dieta è semplicemente l’insieme degli alimenti di cui si nutrono gli esseri viventi. La dieta di una persona è di grande importanza perché dà l’apporto quotidiano di energia, di principi nutritivi, di fibre e così via. La dieta di qualsiasi essere umano varia a seconda del luogo in cui vive, delle condizioni ambientali, dello stile di vita, della professione, dell’età.
Una dieta corretta ed equilibrata è raccomandata da tutti i medici per garantire una vita sana e per prevenire malattie e tumori. Purtroppo sappiamo bene che non tutti hanno una dieta sana ed equilibrata.

Da un lato

ci sono le persone che vivono in condizioni di estrema povertà e che proprio non possono permettersi un’alimentazione completa. Dall’altro lato c’è il consumismo estremo dei paesi industrializzati che ormai da molto anni spinge a mangiare troppo e mangiare male.
Siamo bombardati da pubblicità, prodotti, negozi, ristoranti che stuzzicano costantemente il nostro desiderio di mangiare.

La vita frenetica, la mancanza di tempo e gli stimoli dati dalla pubblicità portano spesso a nutrirsi con cibi pronti, eccessivamente raffinati e prodotti a livello industriale. Nonostante il dilagare dei prodotti dietetici, light e a basso contenuto di grassi e calorie, le insidie sono nascoste ovunque. Si mangia comunque troppo e con troppi grassi, zuccheri e sale.

Per reazione a questo tipo di alimentazione consumistica e non proprio salutare, sono nate associazioni, movimenti o semplicemente mode, che invitano a riscoprire la cucina sana e genuina, i prodotti dell’orto, gli alimenti a chilometri zero, la cucina semplice di una volta.

La dieta per noi occidentali è tornato ad essere un “modo di vivere” come lo era per gli antichi greci.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 346 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*