Corsa – Il Colpo Di Calore

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Durante l’attività fisica, l’energia contenuta nelle molecole come il glucosio o i grassi, non viene completamente convertita da energia chimica in energia meccanica (e quindi in movimento) attraverso la contrazione muscolare. Una parte viene convertita in calore.
Il rendimento del muscolo è solamente il 25% circa. Questo significa che il 25% dell’energia chimica si trasformerà in movimento, il rimanente 75% verrà convertito in calore.

La quantità di calore liberata nel corpo è proporzionale alla quantità di ossigeno consumata dall’atleta. Durante la performance sportiva quindi si viene a produrre una ingente quantità di calore.

Il calore è prodotto in due modi differenti:

  • nel processo di trasformazione dell’energia chimica in energia meccanica attraverso la contrazione muscolare;
  • per gli attriti interni che si vengo a creare durante la contrazione muscolare (scorrimento delle fibre le une con le altre, attriti articolari, etc.)

La temperatura corporea

In condizioni climatiche ideali per l’attività fisica, la temperatura corporea può facilmente raggiungere i 38°C. Se però le condizioni diventano meno favorevoli, sia per quanto riguarda condizioni ambientali come il caldo umido, ma anche a causa di un eccesso di indumenti, si possono anche raggiungere le proibitive temperature di 41°C e 42°C, temperature pericolose per la salute delle cellule, in particolare le cellule del tessuto nervoso.

L’organismo però, per evitare che la temperatura corporea raggiunga valori troppo elevati tali da costituire un rischio per la propria salute, attiva i meccanismi di aggiustamento che favoriscono la dispersione del calore.

I meccanismi di regolazione della temperatura corporea

Innanzitutto, aumenta la circolazione sanguigna verso la periferia, quindi verso la pelle. Il sangue, che ha ricevuto calore dai muscoli, viene inviato verso l’esterno dell’organismo. La pelle svolge la funzione di radiatore: attraverso la sua grande superficie scambia il calore del sangue con quello dell’ambiente. Per favorire il raffreddamento della pelle, e quindi facilitare e migliorare lo scambio di calore, la pelle viene raffreddata con il sudore.

Ne consegue che, per favorire questo meccanismo di dispersione termica, senza alterare eccessivamente l’equilibrio dell’organismo, è necessario bere molti liquidi, in particolare l’acqua con l’eventuale aggiunta di sali minerali, i quali vengono persi in notevole quantità attraverso il sudore, e carboidrati, in modo particolare le maltodestrine. 
A tale proposito, può essere molto utile fare ricorso a bevande ipotoniche o isotoniche (rispettivamente, che hanno una concentrazione minore e uguale di nutrienti rispetto al sangue, proprio per favorirne l’assorbimento). Bevande quali integratori o succhi di frutta (opportunamente diluiti in acqua per ridurne la concentrazione).
E’ necessario bere non solamente quando si ha sete e grandi quantità di acqua in una volta sola, perché l’organismo ha bisogno del tempo per assorbire l’acqua ingerita. E’ bene quindi bere piccoli sorsi, di frequente (ogni 15 minuti circa) per permettere un migliore assorbimento dell’acqua da parte dello stomaco.

Se il meccanismo della sudorazione è un meccanismo messo in atto dal nostro organismo involontariamente, esistono anche meccanismi volontari
Il meccanismo volontario principale è quello che ci induce a toglierci gli indumenti via via che la temperatura corporea si alza, per favorire la dispersione del calore.

 

SUDARE PER DIMAGRIRE?Può anche capitare di incontrare delle persone che, durante la stagione estiva, vanno a correre indossando un abbigliamento più adatto alla stagione primaverile che al caldo di luglio. Ovviamente i lori indumenti sono inzuppati di sudore. Oltre a rischiare di ammalarsi a causa di un colpo d’aria, rischiano molto di più: rischiano il colpo di calore. Alcuni, vanno ancora oltre, c’è chi è arrivato a ricavare un gillet con un sacchetto di plastica della raccolta differenziata!!! Sappiate che sudare fa si perdere peso, ma non dimagrire. Non aiuta a consumare calorie, né tantomeno “a sciogliere il grasso”. La diminuzione di peso è dovuta solamente alla perdita di acqua per cercare di disperdere il calore prodotto da questo “mini effetto serra portatile”.
Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 480 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*