Prolasso dello scudo intervertebrale

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Inizialmente, il prolasso del disco intervertebrale può causare dolore chiamato “freccia”. Aumento enfasi e prolasso del disco provoca il dolore alla radice noto come sciatica. In circa la metà dei pazienti, l’insorgenza della malattia è preceduta da una lesione. Il dolore a volte si manifesta dopo sforzi insignificanti, movimenti improvvisi, inclinazione eccessiva, starnuti.

In molte persone, i sintomi della sciatica sono preceduti da una croce opaca, che si intensifica durante il movimento e diminuisce dopo il riposo. Il dolore dura alcune settimane e scompare, dopo di che ritorna dopo pochi mesi.

La sciatica stessa è caratterizzata da dolore all’interno dell’area di innervazione del nervo sciatico. Prima appaiono nel gluteo e nella coscia e poi si abbassano sulla bacchetta. A volte questo ordine è invertito. Spesso, l’irritazione delle radici nervose provoca una radiazione di dolore alla colonna vertebrale o alla pianta del piede (a seconda di quale radice è danneggiata).

Nel periodo iniziale del prolasso del disco spinale, di solito non ci sono disturbi del movimento e della sensazione, ma compaiono nell’ulteriore corso. La paresi del muscolo del piede si verifica raramente come sintomo iniziale. Durante la deambulazione, i pazienti evitano di allungare il nervo sciatico e di modificare la posizione connessa al movimento della colonna lombare. Durante l’andatura, l’arto viene collocato in modo flessibile nelle articolazioni dell’anca, del ginocchio e della caviglia.

I pazienti si siedono e si alzano lentamente, con attenzione e con difficoltà a causa del dolore nella regione lombare. Paresi e atrofia muscolare si osservano negli stadi successivi della malattia, un sintomo costante è il rilassamento muscolare del gluteo, che si verifica sul lato del paziente. Anche il volume dei muscoli della coscia e della bacchetta può essere ridotto. Con il progredire della malattia, i disturbi sensoriali si sviluppano e i riflessi profondi causati dall’esame del paziente sono indeboliti o aboliti.

Rilevazione del prolasso del disco intervertebrale

Non è difficile diagnosticare un prolasso del disco intervertebrale se la malattia è tipica. Identificazione di disfunzioni familiari simili e cambiamenti caratteristici nell’esame neurologico e trauma pre-dolore facilitano la diagnosi.

La diagnosi di prolasso del disco intervertebrale è confermata dalla tomografia computerizzata, che mostra i cambiamenti nella sezione della colonna vertebrale responsabili dell’insorgenza dei sintomi della malattia. L’esame radiografico semplice spesso rende più facile determinare la diagnosi (l’immagine mostra i cambiamenti tipici sotto forma di restringimento dello spazio intervertebrale all’altezza del prolasso del disco, crescita ossea simile a un arco presente ai margini delle vertebre e densità ossea su la superficie delle vertebre).

In generale, non è necessario perforare la cavità lombare e rimuovere il liquido cerebrospinale dalla malattia; i risultati dell’esame del fluido sono generalmente normali, ma potrebbe esserci solo un aumento discreto del livello di proteine.

Nella diagnosi differenziale dovremmo ricordare le malattie come: tumori nel canale spinale, lesioni infiammatorie, neoplastiche e degenerative che si verificano nella colonna vertebrale, nelle articolazioni sacro-iliache e negli organi pelvici; midollo spinale, lesioni vascolari agli arti inferiori, danni ai nervi periferici.

Trattamento del prolasso del midollo spinale

Il trattamento del prolasso del midollo spinale si basa sull’immobilizzazione del paziente. In caso di dolore grave, evitare qualsiasi attività associata ai movimenti della parte lombare della colonna vertebrale. Si consiglia inoltre di riposare su un letto duro e riscaldare i punti dolenti.

I farmaci antinfiammatori non steroidei sono più comunemente usati come analgesici. Una volta che il dolore si è risolto, dovrebbero essere implementati esercizi appropriati e regolari per prevenire il ripetersi della malattia. L’intervento chirurgico è intrapreso solo in alcuni pazienti, ma non garantisce una cura.

Le indicazioni per la chirurgia includono recidive frequenti, dolore prolungato e significativamente aumentato, paresi crescente, disturbi del tratto urinario e altri. La malattia è cronica e ricorrente, quindi il trattamento è a lungo termine.

Informazioni su Lorenza Scoma 496 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*